Detrazione 110%: si apre anche alle seconde case - Gruppo Tucci
17174
post-template-default,single,single-post,postid-17174,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

Detrazione 110%: si apre anche alle seconde case

Detrazione 110%: si apre anche alle seconde case

Riprendiamo un argomento già trattato: l‘ecobonus al 110%. Si tratta, lo ripetiamo, di una detrazione al 110% di tutte le spese sostenute dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 per i lavori di efficientamento energetico, adeguamento sismico che permettono un rimborso irpef in 5 anni o la cessione del credito o lo sconto in fattura.

La detrazione riguarda:

  • Isolamento termico superfici opache verticali e orizzontali
  • Materiali isolanti in rispetto ai criteri minimi ambientali
  • Impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda
  • Impianti a pompa di calore
  • Impianti ibridi o geotermici abbinati ad impianti fotovoltaici
  • Sostituzione degli infissi, della caldaia o del condizionatore.

I lavori dovranno portare a un miglioramento di due classe energetiche o almeno di una se l’immobile si trova già in classe A. Tutto deve essere certificato tramite l‘APE- Attestato di Prestazione Energetica. In caso di dichiarazione di falso si intercorre in multe che possono variare da 2 a 15 mila euro, oltre alla decadenza di tutti i benefici.

La detrazione del 110% vale anche per l’installazione di impianti fotovoltaici, installati sempre nel periodo 1° luglio – 31 dicembre 2020. Il tetto di spesa è di 48mila euro, con un vincolo di 2.400 euro per ogni kW di potenza nominale dell’impianto solare fotovoltaico, da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo.

Per ciò che concerne la detrazione del 110% per i lavori del sismabonus, in caso di cessione del credito a un’impresa di assicurazione con contestuale stipula di una polizza, si avrà diritto alla detrazione del 90% della polizza stessa.

La detrazione è valida per i condomini e per le villette unifamiliari. A oggi si sta discutendo di un emendamento per estendere la detrazione alle seconde case, comprese le villette unifamiliari.